BENVENUTI NEL MIO SITO

Ciao, ti presento “Le Ali di Flavio OdV” l’organizzazione di volontariato nata nel mio nome, attraverso la quale, insieme alle persone che mi amano, realizzerò progetti e iniziative a sostegno dell’adolescenza legati al mio mondo.

Per chi non mi conosce sono Flavio e ho compiuto 17 anni lo scorso 7 novembre.

Sono un ballerino dall’età di 5 anni e spaziando dalla classica al pop ho scoperto la mia vera passione per le danze standard e latino-americane.

Il mio sogno? Il Blackpool Dance Festival, una competizione di ballo internazionale che si tiene in Inghilterra. Beh l’anno scorso c’ero anche io, o meglio le mie scarpe che Mamma Nunzia e Papà Gianluca, insieme ai miei compagni di ballo hanno portato al centro della pista.

La vita ha scelto per me una competizione più esclusiva, al quale un giudice implacabile dal cupo nome di Leucemia Linfoblastica Acuta mi ha iscritto il 4 agosto del 2017.

Da allora ho capito il significato della parola speciale, il modo in cui in tanti mi hanno definito, una parola che fino a quel pomeriggio assolato per me non aveva molto senso.

Speciale è chi, cosi lontano o cosi vicino, sa far sentire la sua voce parlando diretto al cuore.

E così ho scoperto che la comunicazione convenzionale a me non basta più e dire che sono anche uno YouTuber con un canale dal seguito non indifferente, nel quale parlo di un’altra mia passione, la Playstation e che mi ha permesso di conoscere un mio grande idolo, Dexter che mi ha ripagato con la sua sincera amicizia.

Se vi va, andatelo a vedere, i consigli per migliorarlo sono sempre ben accetti e magari già che ci siete, pubblicate voi qualcosa per me, tranquilli che il modo di farvi capire se mi piace o no, lo trovo.

Adoro tutto ciò che è social, forse grazie a mia Zia che ha il pallino della “iperconnessione” tanto da farlo per lavoro e mi ha aiutato a gestire le mie pagine Facebook e Instagram, cosi prima del 4 agosto, in tempi non sospetti, le ho affidato il compito di aggiornarle per me e di arricchirle con le iniziative che riguardano questo progetto.

Sono anche un pescatore, altra passione condivisa con la mia famiglia; ho spaziato dai laghi artificiali alla pesca notturna al mare… ah il mare… mi rilassa e diverte al tempo stesso, in questi quattro anni è stato il mio luogo preferito per ritrovare quel senso di libertà che troppo spesso mi è mancato.

Papà spero che andrà a pesca col gommone a Lavinio, magari con Nonno Enrico, visto che ce l’abbiamo da due anni, ma come dire… sono stato impossibilitato, sempre per il famoso cupo arbitro, magari si comincerà a progettare il negozio di pesca, ma per questo penso ci vorrà l’aiuto di Fabrizio che ha come pregio ha la visione d’insieme e mi ha aiutato a realizzare anche questo importante progetto.

Oh intendiamo, non mi sono solo divertito eh, a scuola ho sempre fatto la mia figura, con ottimi voti, una certa predilezione per la matematica e una simpatia reciproca con l’inglese… mica poco dai, ho anche attestati di merito, i famosi pezzi di carta che vi fanno tanto inorgoglire ma che ora, dalle mie parti non valgono granché.

Si perché qui, dal balcone dal quale vi sto osservando, è ben chiara una cosa che forse a molti di voi sfugge, il valore più grande che ha una persona è il suo tempo, proprio perché non ne conosce e non ne controlla la quantità a disposizione, quindi… datemi retta… fatene buon uso… sempre.

Io questa cosa forse l’avevo intuita, ma non prendetemi per uno che parla col senno di poi, perché davvero non ho mai rinunciato a nessuna attività di mio interesse, cosi sono anche uno Scout i campi mi divertono tanto, perché l’aria aperta e la compagnia dei miei amici, realizzano la mia voglia di libertà.

Insomma faccio veramente tante cose perché nonostante abbia solo 17 anni e le difficoltà non mi sono mancate, assaporo ogni cosa dando valore anche al singolo respiro.

Beh cosa ho voluto dirvi con questa lettera? che tutte le persone che vi ho presentato, insieme agli altri che ogni giorno mi dimostrano il loro amore anche solo con un pensiero o una canzone, mi aiuteranno a realizzare i miei sogni e quelli dei ragazzi della mia età che condividono le stesse passioni o che stanno attraversando gli stessi momenti difficili che ho vissuto io, con un attenzione anche alle loro famiglie che spesso alla fine, sono più sole di tutti.

Io so di potercela fare, ma ho bisogno di ognuno di voi, allora… che state aspettando?

 Chiedetemi come.

Il mio modo salutarvi vi sembrerà strano, ma se mi conoscete, o leggendomi avete capito un po’ come sono, niente paura… it’s ok…